ATTACCO AL POTERE 3

Il Presidente “Trumble” e la Russia

La locandina del film “Attacco al potere 3 – Angel has fallen”.

.

E’ sempre più facile capire la politica (e soprattutto la sotto-politica, o meglio il cosiddetto “deep state”) al cinema con dei buoni film, piuttosto che dai resoconti addomesticati dei media.

Oltre alla saga Marvel dei supereroi Iron Man, Thor, Capitan America, e poi Avengers, e poi l’ultimo bellissimo “Spiderman – Far from home”, di cui abbiamo già parlato, vi sono una serie di film d’azione, che contengono descrizioni molto realistiche e precise, a volte camuffate da nomi solo leggermente diversi da quelli reali, o da storie appena ritoccate rispetto a quelle vere, del potere negli USA e nel mondo, e soprattutto degli scontri e delle dialettiche tra questi poteri.

E’ il caso di questo “Attacco al potere 3 – Angel has fallen”, dove alla Casa Bianca abbiamo un Presidente che si chiama “Trumble”.

Ma c’è anche una bella storia di un rapporto contrastato fra padre e figlio, la ferita ancora aperta dei reduci dal Vietnam…

L’azione è molto coinvolgente, fino all’ultimo, e si intreccia alla perfezione con il vissuto personale dei protagonisti.

Da vedere.