SPIDERMAN, ORWELL E L’ILLUSIONISMO “MAGICO”

“Far from home”, un film per grandi e piccini, che istruisce sui trucchi mediatici del potere

 

.

Tutti i film con i supereroi della Marvel, specialmente dopo l’acquisto di questa da parte della Disney, hanno contenuti (al di là degli effetti speciali e dell’aspetto fantastico, ingredienti peraltro necessari per tutti i film che si presentino come “d’azione” o “d’avventura”) fortemente positivi e financo educativi, a mio parere.

Questo è anche il caso dell’episodio “Far from home” della serie Spiderman.

In questo episodio l’aspetto educativo, e indirizzato specialmente ai giovani, è preponderante.

In altri film del genere si sono sempre evidenziati i lati sinistri, brutali e demoniaci del Male, personificato di volta in volta da personaggi diversi.

Stavolta, il Male si presenta sotto forma di gigantesca ILLUSIONE. Un vero e proprio trucco. I danni, le devastazioni, le uccisioni, cioè, ci sono, ma vengono prodotti in maniera totalmente diversa dal solito, in modo che gli “spettatori” popolo siano ingannati sia sulla vera modalità degli accadimenti, sia sulla vera identità del malfattore. Il Male si presenta come Bene.

A mio parere c’è un’evidente richiamo all’attentato delle Torri Gemelle. Come non tutti sanno, è molto probabile l’ipotesi che gran parte di quell’attentato fu un’illusione tramessa via TV. Per chi volesse sincerarsene, vi sono in rete molti video, questo è uno dei link.

Ma questo secondo che fornisco è ancora più completo, forse il migliore e più convincente in circolazione. A mio parere, fuga tutti i dubbi.

Ma, indipendentemente dal collegamento con questo attentato, il film è comunque istruttivo e altamente consigliabile, soprattutto per il pubblico più giovane.

Per di più, vi si notano qua e là citazioni illustri, ad esempio una di Orwell, in “1984”: “La verità oggettiva è un concetto superato”.

Dulcis in fundo, ha importanza centrale, nel film, la storia dell’innamoramento del supereroe (dichiarato quindicenne) con una ragazza della stessa età. E di questi tempi, una storia d’amore fra un uomo e una donna, sia pure poco più che ragazzini, non è da poco.